Palmi

Maltempo, Palmi finisce in tilt Sopralluoghi e conta dei danni

Visibilità messa a dura prova da una fittissima nebbia. Numerose le segnalazioni di disagi giunte in Comune e presso il locale distaccamento dei Vigili del Fuoco

Maltempo, Palmi finisce in tilt Sopralluoghi e conta dei danni

È ancora una volta la Tonnara il luogo che ha maggiormente risentito dei danni causati dalla forte ondata di maltempo che si è abbattuta dalle prime ore della mattinata di ieri sul territorio urbano. Sono bastate diverse ore di pioggia incessante a mandare in tilt una parte consistente delle vie di comunicazione e dell’abitato, con i residenti che hanno affidato, ancora una volta, ai social network la loro rabbia per le condizioni con cui sono stati costretti a fare i conti causa la pioggia caduta.

Strade allagate, acqua che ha invaso i piani interrati e piani terra delle abitazioni e la scarsa visibilità a peggiorare il tutto, tra le problematiche con cui in molti hanno dovuto fare i conti. Acqua piovana e non solo, infatti, a causare notevoli disagi: la visibilità è stata messa a dura prova su tutto il territorio da una fittissima nebbia, evento raro da queste parti, che ha praticamente annullato per diverse ore anche la visibilità minima per pedoni e automobilisti. Poi le difficoltà del sistema delle fognatura messo a dura prova da un carico d’acqua delle dimensioni notevoli registrato nella giornata di ieri.

Diverse le segnalazioni di disagi giunte a Palazzo San Nicola e presso il distaccamento dei Vigili del Fuoco. E ieri, nella casa comunale, tecnici e amministratori hanno cominciato a valutare l’entità dei danni sul territorio comunale ma un quadro più preciso, anche dal punto di vista economico, arriverà soltanto nei prossimi giorni.

Nella mattinata il primo cittadino Giovanni Barone, il comandante della Polizia locale di Palmi Francesco Managò, il responsabile dell’Ufficio tecnico Antonello Scarfone e il tecnico Francesco Salerno hanno svolto diversi sopralluoghi per rendersi conto delle criticità del territorio e capire dove intervenire con maggiore urgenza.

«Il territorio è stato devastato da una quantità enorme di acqua piovane che difficilmente si riesce a quantificare» è stato il commento del sindaco. «Voglio ringraziare, in particolare, i Vigili del Fuoco per quanto fatto nel garantire la messa in sicurezza dei bambini. L’acqua caduta era difficilmente contenibile da qualsiasi sistema fognario. I cambiamenti climatici in atto sono sotto gli occhi di tutti e i disagi non riguardano solo il nostro territorio. Registro che ad oggi (ieri per chi legge, ndc) nessuna segnalazione di allerta meteo è giunta presso il nostro Ente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi