MARINA DI GIOIOSA

Inflitti 12 anni
a Nicola Rocco Aquino
patriarca latitante

Stralcio di "Crimine" Condannato anche Salvatore Totino (a 2 anni e otto mesi) per intestazione fittizia di beni. Tre assoluzioni

Gioiosa Ionica
Condannato a 12 anni di reclusione Rocco Nicola Aquino, accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, e ritenuto al vertice dell’omonima famiglia operante a Gioiosa Marina. La sentenza, in rito abbreviato, è stata disposta dal gup distrettuale Rodolfo Palermo, che ha accolto la richiesta del pm Antonio De Bernardo nei confronti di Aquino, attualmente latitante. Il giudice ha altresì condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione Salvatore Totino (richiesti 6 anni), per intestazione fittizia di beni, con particolare riguardo all’hotel Miramare, che secondo la Procura distrettuale è invece riconducibile ai fratelli Rocco Aquino, inteso “u colonnellu”, e Giuseppe Aquino. Nei confronti di Totino il giudice ha disposto la confisca delle quote sociali a lui intestate dell’importante struttura alberghiera sul lungomare di Marina di Gioiosa. Il gup Palermo, infine, ha mandato assolti dall’ipotesi di intestazione fittizi di beni Rossella Totino, (richiesti 6 anni), e il fratello Domenico Totino (3 anni), assistiti dagli avvocati Misaggi e Furfaro; nonché Pasquale Napoli, che rispondeva di reati in materia di armi, assistito dall’avv. Fazzari.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi