Reggio Calabria

Cittadinanza onoraria al “frate che si è fatto reggino”

Cittadinanza onoraria al “frate che si è fatto reggino”

Se è vero che il legame tra comunità e Madonna della Consolazione in terra reggina è quanto mai intenso e suggestivo, allora la cittadinanza onoraria conferita a padre Giuseppe Sinopoli, per lungo tempo parroco della Basilica Santuario dell’Eremo, non può destare sorpresa. «Il suo è uno sguardo speciale dentro la storia e il cuore mariano di questa città: un uomo e frate che si è fatto reggino»: così il giornalista Domenico Nunnari ha tratteggiato la figura del francescano cappuccino nato a San Vito sullo Jonio il 4 aprile del 1947, giornalista pubblicista, ricercatore della storia calabrese, autore di studi e pubblicazioni sulla cultura religiosa (il 3 febbraio prossimo presenterà alla Provincia il libro “Madonna della Consolazione, i Frati Cappuccini e il popolo reggino”). Coinvolgente la cerimonia di conferimento della cittadinanza, a Palazzo San Giorgio, moderata dal giornalista Stefano Perri.

L'approfondimento nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi