reggio calabria

Concorso Università,
la replica della difesa

La vicenda ebbe iniziò nel 2008 quando l'ateneo bandì un concorso per ricercatore nella facoltà di Architettura.

tribunale reggio calabria

Il Tribunale (presidente Natina Pratticò, Romeo e Aragona a latere)
ha condannato nei giorni scorsi per abuso di atti d’ufficio Attilio Nesi e Francesca Carmen Giglio alla pena di un
anno di reclusione. Questa le replica del legale della Giglio, Anna Aversa:

"La regolarità degli atti amministrativi del concorso e il rapporto di collaborazione professionale tra il prof. Nesi e l'arch. Giglio è stata consacrata dalla sentenza emessa in data 4/02/2014 dal Consiglio di Stato che ha espressamente escluso la violazione del dovere di imparzialità e dell'obbligo di astensione eccepito dall'arch. Nicosia. In quella sede l'ateneo reggino si è costituito chiedendo ed ottenendo il riconoscimento della legittimità del concorso del 2008. La sentenza di condanna emessa dal tribunale di Reggio Calabria pertanto sbalordisce e disorienta ma è solo un primo grado del giudizio.Si attende fiduciosi e determinati l'attento e scrupoloso vaglio della corte di appello affinché venga ripristinata la legalità e restituita dignità morale alle parti coinvolte nel processo penale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi