Nel Reggino

Ceratti pensa di gettare la spugna

Bianco, verso le dimissioni il vicesindaco sotto scorta perché nel mirino delle ’ndrine. Solidarietà del vescovo Oliva, stasera Consiglio comunale straordinario

Ceratti pensa di gettare la spugna

Pasquale Ceratti non è solo. Questo il messaggio si vuole sottolineare con la convocazione, prevista per le 18:30 di oggi, del Consiglio comunale di Bianco, in sessione straordinaria e aperta al pubblico. Una convocazione voluta dal sindaco Aldo Canturi nei confronti del suo vice con delega al Bilancio, tributi, innovazione, eventi, igiene pubblica e salvaguardia territoriale ed ambiente, a cui dal 24 dicembre è stato assegnata la scorta, dopo che da intercettazioni ambientali era emerso il progetto di un attentato alla vita ai suoi danni.

Chiaro anche l’intento del primo cittadino di cercare di far tornare sui suoi passi Pasquale Ceratti, che sarebbe pronto a dimettersi dalla carica di vicesindaco. Un’intenzione che sarebbe emersa tra l’altro da un colloquio con monsignor Francesco Oliva, vescovo della diocesi Locri-Gerace.

L'approfondimento nell'edizione della Gazzetta del Sud in edicola 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi