'Ndrangheta

Alba di Scilla, 9 condanne e una assoluzione

La 'ndrangheta a Scilla c'è e fa anche estorsioni

lavori autostrada

La 'ndrangheta a Scilla c'è e fa anche estorsioni. Al termine del processo "Alba di Scilla" è questo il quadro che emerge, con il Tribunale presieduto da Natina Pratticò che ha inflitto pene pesanti agli imputati  (erano accusati di avere chiesto tangenti alle ditte impegnati nei lavori di ammodernamento della A3) e una sola assoluzione.
Queste le pene in dettaglio:
Antonino Calabrese 7 anni e 6 mesi + 5000 euro di multa
Carmelo Calabrese 9 anni + 7000 euro di multa
Angelo Carina 15 anni + 10000 euro
Rocco De Lorenzo 13 anni + 8000 euro
Matteo Gaietti 10 anni
Rocco Gaietti 6 anni
Domenico Nasone 7 anni 6 mesi + 5000 euro
Francesco Nasone 8 anni + 5000 euro
Caterina Meduri 1 anni 6 mesi
Francesco Libro Assolto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi