contro calcio

Protesta per un rigore e
lascia la porta vuota

Dopo un contestato rigore e l'espulsione del portiere, il sostituto ha deciso di lasciare la porta vuota e far segnare l'attaccante avversario. E' successo in Polistena - Palmese di Promozione. Il match si è chiuso sul 2 a 2

calcio

Singolare protesta   nello stadio di Polistena, nel reggino, dove era in corso la partita di calcio tra la locale squadra e la Palmese, valida per il campionato di promozione calabrese. A metà del secondo tempo, mentre il risultato era di parità (1-1), l'arbitro, Bianchi di Reggio Calabria, ha concesso un rigore alla Palmese ed ha espulso il portiere del Polistena. Sia in campo che sugli spalti gli animi si sono accesi con numerose proteste tanto che la gara è rimasta ferma per oltre sei minuti. Subito dopo la squadra del Polistena ha effettuato un cambio di calciatore facendo entrare in campo il secondo portiere. Quest'ultimo, in segno di protesta, si è diretto verso la porta e si è appoggiato ad uno dei pali lasciando così che il calciatore della Palmese segnasse il gol calciando il rigore. Subito dopo la partita è ripresa regolarmente e si è conclusa con il risultato di parità (2-2).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi