A Reggio e provincia

Al via demolizione
delle opere abusive

Sono 686 quelle censite dalla Procura e dalla sezione di polizia giudiziaria del Corpo Forestale in ventidue comuni

Al via demolizione delle opere abusive

Il Corpo forestale dello Stato ha avviato, su disposizione della Procura di Reggio Calabria, la demolizione di opere edilizie abusive. L'attività è iniziata da una struttura di Reggio Calabria. Sono 686 gli abusi edilizi, commessi tra gli anni '80 e '90, individuati dalla Procura e dalla sezione di polizia giudiziaria del Corpo Forestale. Ventidue sono i comuni interessati dal fenomeno, tra i quali prevale quello di Reggio Calabria con 328 abusi (47%) e Bagnara Calabra con 166.

Saranno 686 gli immobili che in provincia di Reggio saranno abbattuti perché costruiti in violazione delle norme urbanistico edilizia e idrogeologico. L'ha detto oggi in conferenza stampa il procuratore di Reggio Federico Cafiero de Raho che ha spiegato i dettagli dell'operazione del Corpo Forestale dello Stato.
Tutti gli immobili da abbattere sono stati già ritenuti tali da sentenze passate in giudicato.
Già avviata la demolizione della prima opera a Reggio frazione Gallina. Prossimo intervento a Bagnara Calabra con due immobili da demolire di cui un residence sul mare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi