bagnara

6 anni all'ex comandante
Bellantone

il Tribunale di Reggio Calabria presieduto dal giudice Natina Pratticò ha condannato a sei anni di reclusione Giuseppe Bellantone, l’ex comandante dei vigili urbani di Bagnara.

Chiesti 18 anni di carcere per ex comandante polizia municipale di Bagnara

Dopo una lunga camera di consiglio il Tribunale di Reggio Calabria presieduto dal giudice Natina Pratticò ha condannato a sei anni di reclusione Giuseppe Bellantone, l’ex comandante dei vigili urbani di Bagnara. Condannati a 8 mesi i fratelli Carmelo e Antonio Furci. Assolti dalle accuse Demetrio Amodeo e Giuseppe Surace.

Gli avvocati Lorenzo Gatto e Francesco Albanese sono riusciti a smontare alcune delle accuse più pesanti (peculato, corruzione e rivelazione di segreto d’ufficio) mosse dalla Procura nei confronti di Bellantone, per il quale il pubblico ministero Antonella Crisafulli aveva chiesto la pesante condanna a 18 anni di reclusione. Il Tribunale gli ha inflitto “solo” 6 anni, dunque è comprensibile il sollievo con cui imputati e difensori hanno accolto la decisione del Tribunale che ha considerato colpevole Bellantone soltanto per i reati di abuso d’ufficio, omessa denuncia, falso materiale e ideologico.

IN EDICOLA I PARTICOLARI DELLA VICENDA SU GAZZETTA DEL SUD

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi