Reggio Calabria

Preso latitante Paolo Alvaro

L'annuncio del prefetto Sammartino. Blitz dei carabinieri a Melicuccà: era nascosto in un bunker

Preso latitantePaolo Alvaro

Paolo Alvaro, 50 anni, cugino del boss Carmine Alvaro, è stato arrestato all’alba dai Carabinieri che lo hanno sorpreso all’interno di un bunker di 15 mq costruito in un capannone adiacente alla villa bifamiliare in cui viveva la sua famiglia a Melicuccà, paese aspromontano in provincia di Reggio Calabria.
Alvaro era ricercato dai Carabinieri dal febbraio 2009 quando, colpito da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda reggina, decide di darsi alla macchia. In Appello è stato già condannato alla pena di 6 anni e 8 mesi di reclusione per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, riciclaggio e procurata inosservanza di pena (proprio al cugino Carmine). Al momento dell’arresto era disarmato e non ha opposto alcuna resistenza.

tutti i particolari nell'edizione cartacea in edicola domani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi