REGGIO CALABRIA

Maltempo, ancora interventi per ritorno alla normalità

Le forze in campo sono rimaste in zona su richiesta del prefetto di Reggio Calabria, Claudio Sammartino. Gli interventi sono finalizzati a consentire l'accesso e la percorribilità della viabilità secondaria ai terreni coltivati e agli allevamenti e sono stati effettuati, in modo particolare, a Palizzi, San Luca, Bianco, Caraffa e Brancaleone.

frana san benedetto ullano

A distanza di due settimane dai danni provocati nella locride dal maltempo, proseguono gli interventi da parte delle squadre dei vigili del fuoco e del Genio militare. Le forze in campo sono rimaste in zona su richiesta del prefetto di Reggio Calabria, Claudio Sammartino. Gli interventi sono finalizzati a consentire l'accesso e la percorribilità della viabilità secondaria ai terreni coltivati e agli allevamenti e sono stati effettuati, in modo particolare, a Palizzi, San Luca, Bianco, Caraffa e Brancaleone. Sono stati anche ripristinati gli argini franati di torrenti. Il Genio militare è intervenuto, fra l'altro, anche a Casignana per liberare la strada di accesso alla discarica. Squadre della Provincia sono intervenuti anche in diverse strade provinciali rendendole nuovamente transitabili, alcune di queste con limitazioni al transito per mezzi pesanti o con senso unico alternato. Gli interventi dei gestori dei servizi pubblici essenziali hanno consentito il quasi totale ripristino della funzionalità degli stessi servizi.

La Prefettura di Reggio Calabria continua a monitorare, tramite l'Unità di crisi costituita presso la Sala operativa, lo stato degli interventi in corso di attuazione per il ripristino della funzionalità dei servizi pubblici essenziali e delle reti viarie nelle zone colpite dal maltempo. L'Unità di crisi rappresenta lo snodo nevralgico di collegamento del territorio con tutte le componenti del Sistema di Protezione Civile, coordinate da questo Ufficio. Nel corso della scorse settimane si sono susseguite riunioni del Centro Coordinamento Soccorsi per definire le priorità da affrontare, le strategie di intervento e le conseguenti iniziative da assumere tempestivamente al fine di assistere e soccorrere le popolazioni e ripristinare i collegamenti delle comunità isolate. In tale direzione sono stati effettuati, con efficienza e rapidità, i lavori di ripristino della viabilità e della linea ferrata. La riattivazione della linea ferroviaria e la riapertura al traffico della statale 106 ionica, a poco più di una settimana dagli eventi alluvionali, hanno consentito di rimuovere i principali ostacoli alla circolazione delle popolazioni colpite dal maltempo. Nella riunione, tenutasi lo scorso 12 novembre presso il Comando dei Carabinieri di Bianco, è stato definito il Piano per la pulizia delle spiagge dei Comuni della Locride danneggiate dal maltempo. In particolare sono state individuate le zone dove opereranno squadre dei Vigili del Fuoco, del Genio militare e della Regione, tra cui le marine di Bruzzano, Brancaleone e Bianco. Attualmente sono in corso sopralluoghi per verificare quali siano i mezzi più idonei da utilizzare. I Sindaci dei Comuni interessati sono stati sollecitati ad individuare le aree di stoccaggio del materiale da rimuovere. (A.A)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi