Il racconto

«È stato un incubo,
ma poteva andare
molto peggio»

Il prof. Rocca, ex sindaco di Benestare: «Mi ero assopito, ho sentito un dolore alla gamba». È ricoverato ai “Riuniti”. Gli studenti di Locri, superato lo choc, stanno bene: «E ora quando ci ricapita di andare a Madrid?».

«È stato un incubo, 
ma poteva andare 
molto peggio»

«Poteva andare molto, ma molto peggio» racconta Vincenzo Rocca, con un filo di voce, dal lettino del reparto di Ortopedia degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, dove si trova ricoverato dopo l’incidente sulla A3 all’altezza di Montalto Uffugo, nel Cosentino, che ha visto coinvolto il pullman che trasportava gli alunni da lui accompagnati.
Rocca, docente dell’Istituto comprensivo di Locri formato dall’istituto statale d’arte “Pasquale Panetta”, scuola dove Rocca presta servizio, e dal liceo classico “Ivo Oliveti”, nonché ex sindaco di Benestare, ha riportato la frattura del femore e dovrà essere sottoposto a intervento chirurgico. Dalle poche battute scambiate per telefono e per qualche secondo si comprende che lo spavento è stato grande. «Ero seduto avanti, vicino all’autista del pullman – dice –. Sul mezzo viaggiava il gruppo di studenti del liceo classico dirette a Napoli, da dove saremmo poi dovuti partire per Madrid per lo stage lavorativo. Gli studenti dell’istituto d’arte erano già scesi a Lamezia. Mi sono assopito un po’ e ricordo solo che all’improvviso mi sono svegliato ed ho avvertito un forte fastidio alla gamba.

L'intervista completa sul nostro giornale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi