DEPURAZIONE

Riunione decisiva per
il sito di Ravagnese

Scambio di note tra Comune e Ato Regna sovrana la confusione

Il depuratore di ravagnese

Oggi si dovrebbe chiudere il cerchio per la vicenda Acquereggine. E' stata convocata in prefettura una riunione alla quale è stata invitata pure la Regione che dovrebbe chiarire la sua posizione sul depuratore.

Il rischio è dell’abbandono del servizio degli impianti al 30 settembre prossimo con la riconsegna dei siti al Municipio. Quest’ultimo  però non si sente legittimato a riprenderseli e ha chiesto un intervento dell’Ato. Peraltro non ci sono stati i tempi per l’amministrazione comunale di bandire una gara d’urgenza per la gestione temporanea dei siti.

Enti in confusione L’Ato nei giorni scorsi ha comunicato al Municipio che la restituzione degli impianti era fissata al 30 dicembre per poi correggere (il 24 settembre) e rettificare la data al 30 settembre. Dal canto suo, però, il Comune guidato dal sindaco Demetrio Arena ha detto all’Ato di provvedere alla futura gestione, essendo il Municipio estraneo a questa. Domani ampio servizio nell'edizione cartacea del giornale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi