Caso Fallara

Il Cdm decide sul
Consiglio comunale

In un fascicolo processuale ricostruita la rete di funzionari e dirigenti che dal 2008 al 2010 ha percepito illegittimamente somme per alcuni milioni.

comune reggio

Corresponsioni illegittime di grosse somme, pagamenti a raffica effettuati in favore del personale dipendente in assenza di qualsiasi giustificazione. È una specie di “pozzo di San Patrizio” quello che, su incarico della Procura della Repubblica, hanno scoperto gli ispettori ministeriali incaricati di verificare i documenti contabili del Comune di Reggio Calabria dal 2008 al settembre-ottobre 2010.
A gestire il giro che ha contribuito a provocare la situazione di dissesto c’era Orsola Fallara, la dirigente morta suicida, che si avvaleva di complicità tra dirigenti e impiegati.
Intanto, la decisione in merito all’eventuale scioglimento del Comune di Reggio Calabria potrebbe essere all’odg dell’odierno Consiglio dei Ministri. A rendere spasmodica l’attesa ci ha pensato il ministro dell’Interno dichiarando in che «la decisione sullo scioglimento è ormai in via di definizione». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi