TAURIANOVA

Negozio distrutto
da una bomba

Paura la notte scorsa tra gli abitanti della frazione San Martino per l’esplosione di un ordigno ad alto potenziale che ha sventrato il locale di una fioraia. Danneggiate anche alcune auto, in frantumi i vetri di diverse case. Criminalità ormai senza freni.

 e

 Nuovo attentato dinamitardo in  piena notte tra venerdì e sabato. Bersaglio questa volta il punto vendita di un fioraio in via Castello nella frazione San Martino. Tanta paura e danni non solo al negozio ma anche alle auto parcheggiate e alle abitazioni limitrofe. L'orario della deflagrazione, circa l'una di notte, il posto e la vicinanza di tante altre abitazioni avrebbero potuto provocare danni ben più gravi. Chi è immediatamente intervenuto sul posto giura che è andata bene perché, alla fine, nessuno si è fatto male. L’orario della deflagrazione, l’una di notte, e il posto, la presenza di tante abitazioni attaccate, poteva davvero provocare conseguenze ben più gravi. Di danni, comunque, la bomba ne ha fatti. Ha messo in ginocchio la fioraia, D. C., che con quel lavoro portava avanti la sua famiglia. In lacrime, la donna, aiutata da altri familiari, si è messa subito
all’opera per cercare di salvare il salvabile, ripulire il locale e tentare di rimettersi in sesto per ripartire. La bomba ha provocato un forte boato che ha svegliato buona parte della popolazione della frazione. Probabilmente l’ordigno è stato messo accanto alla saracinesca dell’esercizio commerciale preso di mira. Un buco praticato nella stessa serranda farebbe pensare anche ad una localizzazione accurata per fare più danni possibili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi