REGGIO

Rappoccio domani davanti al giudice

L'interrogatorio di garanzia per il consigliere regionale arrestato per corruzione elettorale

Rappoccio domani davanti al giudice

Antonio Rappoccio

Sarà un giorno chiave per la difesa di Antonio Rappoccio, il consigliere regionale arrestato per aver truffato 850 giovani di Reggio Calabria promettendo posti di lavoro fantasma in cambio del voto. Domani mattina nelle carceri reggine, alle ore 9.30, il politico del partito Repubblicano (sospeso già dal giorno dell’arresto) sarà sottoposto all’interrogatorio di garanzia dal gip Vincenzo Pedone.
Antonio Rappoccio, come ha evidenziato il difensore, l’avvocato Giacomo Iaria, lo scorso 30 luglio aveva chiesto di essere interrogato, oppure di rendere dichiarazioni spontanee, all’avvocato generale dello Stato, Francesco Scuderi, che aveva avocato le indagini condotte dalla Procura della Repubblica. Una richiesta respinta «con garbo».
Si allarga intanto sempre di più l’area dello scontro tra l’avvocato Aurelio Chizzoniti, il grande accusatore di Antonio Rappoccio, e la gestione della Procura della Repubblica di Reggio Calabria sotto la guida di Giuseppe Pignatone prima ed adesso del facente funzioni, Ottavio Sferlazza. Ieri il procuratore Ottavio Sferlazza ha replicato alle dichiarazioni rese dall’avvocato Aurelio Chizzoniti che non aveva lesinato attacchi alla gestione delle indagini da parte del pool di Giuseppe Pignatone.
«Le indagini sul caso Rappoccio – sostiene il procuratore Sferlazza – sono state tempestivamente avviate>

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi