Scarsa ricezione Digitale terrestre

Il sindaco contatta il Ministero

Il sindaco di Reggio Calabria, Demetrio Arena, annuncia il proprio immediato intervento a favore delle emittenti reggine che dopo lo switch off in Sicilia si sono trovate pesantemente disturbate da altri segnali, provenienti da emittenti insulari, nelle zone più popolose della città.

Il sindaco contatta il Ministero

Demetrio Arena - Sindaco di Reggio Calabria

"Vista la grave difficoltà nella quale si sono venute a trovare le emittenti televisive reggine (ReggioTV, TeleReggio e Gs Channel) a causa delle interferenze che ne rendono irricevibile il segnale proprio nella zona di Reggio, contatterò il Ministero competente ed i dirigenti preposti alla soluzione del problema onde sottolinearne loro l'ovvia importanza ma, sopratutto, l'estrema urgenza, per una situazione che penalizza notevolmente il prezioso lavoro delle emittenti cittadine". E' quanto afferma il sindaco di Reggio, Demetrio Arena, annunciando il proprio immediato intervento a favore delle emittenti reggine che dopo lo switch off siciliano, che ha segnato il passaggio dalla trasmissione con il sistema analogico a quello digitale, si sono trovate pesantemente disturbate da altri segnali, provenienti da emittenti insulari, nelle zone più popolose della città. "E' chiaro che questa situazione - aggiunge Arena - dovrà essere risolta in tempi molto brevi ed attraverso i nostri canali porremo tale necessità in termini netti per questo abbiamo fiducia che entro pochi giorni dal Ministero possa sortire già la prima decisione utile a superare il problema. Va naturalmente considerato che la situazione venutasi a creare sta intanto recando un grave danno alle aziende incolpevoli protagoniste. In un settore così delicato anche un breve periodo di interruzione del servizio può creare danni economici pesantissimi mettendo a rischio la sopravvivenza stessa dei soggetti interessati". "Stiamo chiedendo dunque - conclude Arena - un intervento risolutivo ed immediato. Ma se così non fosse rimarremo attivi al fianco delle aziende televisive e dei loro editori,che rendono un servizio insostituibile alla città. La loro importanza sul piano sociale, la loro autorevolezza nel settore della comunicazione, il loro valore anche in termini occupazionali sono patrimonio irrinunciabile per la nostra comunità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi