Milazzo

Matrimoni combinati
Processo per 25 indagati

L’organizzazione assicurava la permanenza in Italia di molti extracomunitari con formali cerimonie in municipio. Numerosi gli indagati residenti a Milazzo e nella Valle del Mela. Processo a ottobre.

Matrimoni combinati 
Processo per 25 indagati
L’organizzazione era ben oleata e i matrimoni venivano effettuati tutti in municipio. Peccato che fossero nozze fasulle, combinate tra extracomunitari e residenti della zona di Milazzo, Valle del Mela e financo isole Eolie. Il tempo di pronunciare il “sì” e poi ognuno tornava alle rispettive abitazioni. Il tutto per favorire la permanenza in Italia soprattutto di immigrati magrebini. I carabinieri l’hanno chiamata “Operazione Don Rodrigo”. Saranno così in venticinque a comparire il 12 ottobre davanti al Gip del tribunale di Barcellona. A chiedere il rinvio a giudizio è stato il Procuratore della Repubblica Salvatore De Luca che, a conclusione di complesse indagini, ha scoperto che il giro di matrimoni taroccati era superiore a quanto individiduato nella prima parte dell’inchiesta. Nove dei venticinque indagati sono i promotori dei “matrimoni d’un giorno” effettuati lungo la fascia tirrenica della provincia.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi