Ue avvia sondaggio pubblico sull'utilità dell'ora legale

Ue avvia sondaggio pubblico sull'utilità dell'ora legale

BRUXELLES - Si allarga in Europa il dibattito sull'utilità dell'ora legale e sui possibili danni che questa potrebbe arrecare alla salute umana. La Commissione Ue ha avviato una consultazione aperta a tutti i cittadini e alle parti interessate per verificare se vada aggiornata la direttiva del 2000 che regola lo spostamento delle lancette dell'orologio due volte l'anno. Il questionario è disponibile online in tutte le lingue dell'Ue e sarà accessibile fino al 16 agosto. L'iniziativa fa seguito a una risoluzione sul tema votata a febbraio dal Parlamento europeo e alle richieste giunte a Bruxelles da parte di di alcuni Stati membri.

 

La direttiva Ue stabilisce che per sfruttare al massimo la luce naturale disponibile e garantire il corretto funzionamento del mercato interno, le lancette degli orologi siano regolate durante le ultime domeniche di marzo e ottobre. Tuttavia, il Parlamento Ue a febbraio si è fatto portavoce di varie iniziative civiche e studi secondo i quali l'ora legale potrebbe avere effetti negativi sulla salute umana, chiedendo alla Commissione di condurre una "valutazione approfondita" sul tema.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi