Rom: Consiglio d'Europa, censimento etnico viola diritti

Rom: Consiglio d'Europa, censimento etnico viola diritti

STRASBURGO - "Fare un censimento delle persone sulla base delle loro origini etniche violerebbe apertamente gli standard europei e internazionali fondamentali sui diritti umani". Lo ha dichiarato all'ANSA Dunja Mijatovic, commissario dei diritti umani del Consiglio d'Europa, che ritiene le parole pronunciate dal ministro Salvini "inquietanti" perché stigmatizzano i Rom e dividono gli italiani in base alla loro origine etnica.

 

"Confido che la ragione alla fine prevarrà" afferma Mijatovic. "Sono preoccupata che le parole utilizzate portino con loro il rischio di innescare l'odio e la violenza contro i Rom", aggiunge Dunja Mijatovic riferendosi alle dichiarazioni fatte dal ministro degli Interni Salvini. "I politici devono astenersi dall'utilizzare una retorica provocatoria che eguaglia gruppi di persone ai criminali o che il disumanizza" afferma il commissario.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi