Ue apre procedura contro Italia su norme radioprotezione

Ue apre procedura contro Italia su norme radioprotezione

BRUXELLES - La Commissione europea ha decisodi avviare formalmente una procedura d'infrazione (inviando una lettera di messa in mora) contro Italia, Cipro, Finlandia, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Malta, Portogallo e Svezia per il mancato recepimento della nuova direttiva sulle norme fondamentali di sicurezza, che gli Stati membri erano tenuti a recepire entro il 6 febbraio 2018. "La nuova direttiva aggiorna e consolida la normativa europea in materia di radioprotezione, stabilendo norme fondamentali di sicurezza per la protezione dei lavoratori, della popolazione, dei pazienti contro i pericoli derivanti dall'esposizione alle radiazioni ionizzanti", si legge in una nota e "contiene inoltre alcune disposizioni sulla preparazione e sulla risposta in caso di emergenza che sono state rafforzate a seguito dell'incidente nucleare di Fukushima". Gli Stati membri hanno ora due mesi per rispondere alla Commissione, in caso contrario Bruxelles potrà decidere di inviare un parere motivato.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Troppi abusivi sulla riviera

Troppi abusivi sulla riviera

di Francesco Triolo