Alleanza europea per coesione taglia traguardo 1000 adesioni

Alleanza europea per coesione taglia traguardo 1000 adesioni

BRUXELLES  - Continua a crescere in tutta l'Unione il supporto all'Alleanza europea per la coesione, che ha tagliato il simbolico traguardo del migliaio di sostenitori.

L'iniziativa, promossa dal Comitato Ue delle Regioni e dalle principali associazioni europee degli enti territoriali, ha come scopo quello di mantenere una politica di coesione "forte ed efficace" per tutte le regioni anche dopo il 2020, quando il bilancio dell'Ue dovrà fare i conti con i tagli provocati dalla Brexit.

 

La Calabria, che venerdì ha annunciato la sua adesione all'Alleanza, è solo l'ultima delle realtà italiane che nei mesi scorsi si sono unite all'iniziativa. Tutte le regioni hanno aderito in maniera collettiva attraverso la Conferenza, presieduta dal governatore dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, che le riunisce a livello nazionale.

 

Mentre Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana e Umbria hanno voluto farlo anche a titolo individuale. Allo stesso modo, sono sostenitori dell'Alleanza l'Anci, Confcommercio, l'Aiccre (Associazione italiana per il consiglio dei comuni e delle regioni d'Europa), Euromontana (l'Associazione europea delle aree montane), il programma Interreg Europa Centrale (al quale partecipano le regioni del Nord Italia), e la Calre (Conferenza dei presidenti delle assemblee regionali europee). Apprezzamento per l'iniziativa è stato espresso a nome dell'Italia anche dal ministro per la Coesione territoriale Claudio De Vincenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

di Francesco Celi - Leonardo Orlando

Omicidio ad Asti,  vibonesi in carcere

Omicidio ad Asti,
vibonesi in carcere

di Marialucia Conistabile