Paesi non allineati

Khamenei: l'Iran
non rinunci al nucleare

Aprendo il summit dei Paesi Non Allineati a Teheran, la Guida suprema iraniana Ali Khamenei ha ribadito che l'Iran non cerca di dotarsi di armi atomiche ma non rinuncerà all'energia nucleare a scopi pacifici.

Khamenei: l'Iran
non rinunci al nucleare

Aprendo il summit dei Paesi Non Allineati a Teheran, la Guida suprema iraniana Ali Khamenei ha ribadito che l'Iran non cerca di dotarsi di armi atomiche ma non rinuncerà all'energia nucleare a scopi pacifici. La Guida suprema iraniana ha sostenuto inoltre che le sanzioni internazionali contro l'Iran per il suo programma nucleare sospettato di finalità militari non paralizzano i paese ma anzi lo rendono più "solido".

L'iran "non cerca di avere armi atomiche" ma non rinuncerà "mai al diritto della sua gente all'uso pacifico dell'energia nucleare", ha detto Khamenei affermando che "energia nucleare per tutti e armi nucleari per nessuno è il "nostro motto". La guida suprema ha ribadito che l'uso dell'atomo per fini militare è considerato un grande "peccato" dall'islam. Inoltre "le armi atomiche non forniscono sicurezza né servono a consolidare il potere ma rappresentano una minaccia per tutti".

SUMMIT, ARRIVO EGIZIANO MORSI APRE GIORNATA - Con lo storico arrivo a Teheran del presidente egiziano Mohamed Morsi, si sono aperti di fatto i lavori del vertice dei paesi Non Allineati in programma fra oggi e domani nella capitale iraniana. Morsi, nella prima visita in Iran di un presidente egiziano da quando i due paesi interruppero le relazioni diplomatiche più di 30 anni fa sulla questione palestinese, passa stamattina al collega iraniano Mahmud Ahmadinejad il testimone della presidenza triennale di turno del Movimento Non Allineati (Nam).

MORSI, REGIME SIRIANO E' OPPRESSIVO - Nel suo intervento al Vertice dei Non Allineati, Morsi ha criticato l'amministrazione siriana e ha ribadito la disponibilità dell'Egitto a porre fine al "bagno di sangue" in Siria. "In Siria c'é una rivoluzione contro l'oppressivo regime" che la governa, ha detto Morsi il quale ha affermato che "siamo pronti ad aiutare a mettere fine ad un ulteriore bagno di sangue" nel paese.

DELEGATI SIRIA FUORI DOPO PAROLE MORSI - La delegazione siriana ha lasciato il vertice dei Non Allineati, in corso a Teheran, durante il discorso del presidente egiziano, Mohamed Morsi, che ha criticato il governo siriano. Lo riferisce la tv Al Jazira.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi