Torrenti

Genio Civile contro
Palazzo Zanca

Dopo il braccio di ferro tra i due enti sulla viabilità e i rischi collegati. L'ingegnere capo Gaetano Sciacca scrive all’assessorato regionale dopo che il Comune ha impugnato le ordinanze al Tar chiedendo di procedere contro il Comune di Messina.

Genio Civile contro
Palazzo Zanca

Tra Comune di Messina e Genio Civile, ma forse sarebbe meglio dire tra il sindaco Giuseppe Buzzanca e l’ingegnere capo Gaetano Sciacca, i rapporti sono da tempo tesi. Gli esempi sono sempre più numerosi: quanto accaduto per gli svincoli (giunto, calcoli e quant’altro) è solo l’apice di una serie di scontri a muso duro con affondi incrociati, dalla Stu Tirone alla Mortelle Tono. L’ultimo episodio del “K r amer contro Kramer” in salsa peloritana – anche se i protagonisti non appartengono certo alla stessa famiglia politica – si registra su un tema delicatissimo ovvero la gestione dei torrenti con la «rimozione di ogni elemento di superficie presente nei torrenti cittadini che possa indurre chiunque a ritenere di essere in presenza di una regolare viabilità urbana o extraurbana liberamente transitabile, nonché al ripristino dello stato dei luoghi.

I dettagli a pagina 26 del nostro giornale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400