scorre l'acqua

Il Viale Europa
perde pezzi ed acqua

Si è aperta una buca a poche decine di metri dall’ingresso principale dell’ospedale Piemonte. Una buca non molto ampia ma profonda. A pochi metri l'acqua zampilla copiosa per una perdita. Torna d'attualità la sicurezza dell'impalcato del Viale Europa

buca viale Europa

Il viale Europa torna a lanciare il suo SOS. Un allarme fin qui non raccolto da nessuno ma la situazione si aggrava sempre più. In poche ore, sul più martoriato dei viali messinesi, si è aperta una nuova buca e si sono moltiplicate le infiltrazioni d’acqua dalle tubature.

Ieri sera –come segnala il consigliere della terza circoscrizione Libero Gioveni- si è aperta una buca a poche decine di metri dall’ingresso principale dell’ospedale Piemonte. Una buca non molto ampia ma profonda che non puà lasciare tranquilli anche perché si trova a poca distanza da quella ben più vasta apertasi il 16 aprile dell’anno scorso all’altezza del pronto soccorso e che poi venne riparata dall’Amam perché le cause furono riconducibili al cedimento della condotta fognaria.

Il consigliere Libero Gioveni evidenzia che non si tratta affatto di casualità e torna a lanciare l’allarme sulla stabilità dell’impalcato del viale Europa, per il quale si attendono ancora i risultati delle verifiche statiche effettuate da Palazzo Zanca di concerto con la facoltà di ingegneria dell’Università di Messina!   Che Gioveni non si sia sbagliato lo dimostrano queste immagini realizzate stamattina. A pochi metri di distanza dalla nuova buca si è creata una vera e propria fontana. Acqua che sgorga copiosa dal sottosuolo probabilmente a causa di una condotta ormai in condizioni disperate. Non solo ma nel centro della carreggiata altre due importanti infiltrazioni stanno mettendo a dura prova la stabilità dell’impalcato e si sono formati già dei pericolosi avvallamenti.  Un nuovo segnale lanciato dal viale Europa per il quale, per prendere in prestito le parole del consigliere Gioveni, non bastano dei lavori di ripristino del tratto di carreggiata ceduta ma servirebbe  un serio piano di prevenzione e di messa in sicurezza dell’intera arteria. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400