Marmora

Revocato divieto
di balneazione

Ripristinata dall’Amam in contrada Cufina la condotta fognaria danneggiata da recenti mareggiate. Risolto anche l'analogo problema alla foce del torrente Puccino tra Rodia e S. Saba.

Revocato divieto 
di balneazione

 

Il Comune ha revocato ieri mattina
il divieto di balneazione
fatto scattare pochi giorni fa
nel tratto di costa antistante al
torrente Marmora, dopo il
completamento degli interventi
di ripristino, da parte
dell’Amam, della condotta fognaria
di contrada Cufina, danneggiata
dalle mareggiate, che
aveva provocato la fuoruscita
di liquami. Il buon esito dei lavori
di riparazione, che sono
stati sollecitati dall’assessore
comunale al Waterfront, Pippo
Isgrò, ha ristabilito le normali
condizioni di balneabilità nel
tratto di mare interessato. Si attende,
comunque, la definitiva
soluzione del problema di sversamento
di liquami nell’alveo
del torrente Puccino, sollevato
con ben due note scritte, il 25 e
il 31 luglio, all’Amam e al Comune
dal consigliere della 6.
Circoscrizione Mario Biancuzzo.
Questo caso di inquinamento
ha interessato il litorale di
contrada Mella. Nei giorni scorsi,
come denunciato da Biancuzzo,
i liquami hanno raggiunto
la riva del mare per “filtraggio”
e reso l’aria a momenti
letteralmente irrespirabile inducendo
a telefonate di accorata
protesta i residenti di complessi
e villette.
La revoca dopo ilcompletamento degli interventi di ripristino, da parte dell’Amam, della condotta fognaria di contrada Cufina, danneggiata dalle mareggiate, che aveva provocato la fuoruscita di liquami. Il buon esito dei lavori di riparazione, che sonos tati sollecitati dall’assessore comunale al Waterfront, Pippo Isgrò, ha ristabilito le normali condizioni di balneabilità nel tratto di mare interessato.In mattinata risolto anche il problema di sversamento di liquami nell’alveo del torrente Puccino, sollevato con ben due note scritte, il 25 eil 31 luglio, all’Amam e al Comune dal consigliere della 6. Circoscrizione Mario Biancuzzo.Questo caso di inquinamento ha interessato il litorale di contrada Mella. Nei giorni scorsi, come denunciato da Biancuzzo, i liquami hanno raggiunto la riva del mare per “filtraggio” e reso l’aria a momenti letteralmente irrespirabile inducendo a telefonate di accorata protesta i residenti di complessi e villette.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi