Sperone

Nuove costruzioni
Via libera

Il Consiglio approva la delibera per dieci nuove ville che si aggiungono alle undici autorizzate lo scorso luglio. Secondo l’attuale Prg tutto regolare.

Nuove costruzioni
Via libera

Ieri il consiglio comunale
ha approvato il piano di lottizzazione
per la realizzazione di
dieci nuove ville singole. Inevitabile,
come dimostrano i pareri
espressi dagli organi competenti.
Tutto in regola secondo gli attuali
standard urbanistici. Nemmeno
la recente delibera “salva colline”
presentata dall’assessore all’Ur -
banistica, Giuseppe Corvaja, può
nulla rispetto a questo progetto e
agli tre già incardinati all’ordine
del giorno. Perchè l’iter era stato
avviato in tempi pregressi e giungerà
a conclusione adesso, con un
certo ritardo.
I nuovi insediamenti abitativi,
che porteranno la firma della ditta
“Delia e A. e D. B. Costruzioni
s.r.l.”, ricadono in zona C5 (destinata
a residenza stagionale)
dell’attuale Piano regolatore e
all’interno della parte del territorio
comunale interessato dalla
Zona di Protezione Speciale. Le
ville saranno strutturate secondo
quattro tipologie edilizie, ad una
o a due elevazioni fuori terra, oltre
piano cantinato e copertura a
tetto. L’area nella quale ricadranno,
come si evince dalla relazione
geologica del Genio Civile, presenta
un andamento morfologico
caratterizzato da modesta acclività
ed è costituita da sedimenti
sabbioso-ghiaiosi. Non si riscontrano
fenomeni di instabilità.
Pareri positivi anche dalla Soprintendenza
e dal Consiglio della
6. Circoscrizione. L’area complessiva
inclusa nella lottizzazione
è di 4411 metri quadri e la volumetria
complessiva di progetto
di 3308 metri cubi.
Ieri il consiglio comunale ha approvato il piano di lottizzazione per la realizzazione di dieci nuove ville singole. Inevitabile,come dimostrano i pareri espressi dagli organi competenti.Tutto in regola secondo gli attuali standard urbanistici. Nemmeno la recente delibera “salva colline”presentata dall’assessore all’Urbanistica, Giuseppe Corvaja, può nulla rispetto a questo progetto e agli tre già incardinati all’ordine del giorno. Perchè l’iter era stato avviato in tempi pregressi e giungerà a conclusione adesso, con un certo ritardo.I nuovi insediamenti abitativi, che porteranno la firma della ditta “Delia e A. e D. B. Costruzionis.r.l.”, ricadono in zona C5 (destinataa residenza stagionale) dell’attuale Piano regolatore e all’interno della parte del territorio comunale interessato dalla Zona di Protezione Speciale. Le ville saranno strutturate secondo quattro tipologie edilizie, ad una o a due elevazioni fuori terra, oltre piano cantinato e copertura atetto. L’area nella quale ricadranno, come si evince dalla relazione geologica del Genio Civile, presenta un andamento morfologico caratterizzato da modesta acclività ed è costituita da sedimenti sabbioso-ghiaiosi. Non si riscontrano fenomeni di instabilità. Pareri positivi anche dalla Soprintendenza e dal Consiglio della 6. Circoscrizione. L’area complessiva inclusa nella lottizzazione è di 4411 metri quadri e la volumetria complessiva di progetto di 3308 metri cubi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi