Nuovo Palasport

S. Agata Militello
festeggia la posa
della prima pietra

Un impianto d’eccellenza che costerà dieci milioni di euro. L’impresa dovrebbe completare l’opera in 18 mesi. Ricevuto: «Questa è una scommessa»

S. Agata Militello
festeggia la posa
della prima pietra

L’opera sarà realizzata in project financing con un costo complessivo di 10 milioni di euro di cui quattro milioni e due a carico della provincia ed i restanti garantiti dall’impresa che gestirà la struttura per ventinove anni. Per la fatidica prima pietra ci sono voluti quattro anni dall’affidamento dei lavori, poco meno di un lustro tra pastoie burocratiche, che tutti si affrettano a puntualizzare, ma anche difficoltà, rimodulazioni tecniche, spesso anche frizioni, che in pochi ricordano o molti non vogliono oggi ricordare, che addirittura fecero minacciare al presidente Ricevuto una rescissione del contratto nei confronti della ditta.  Quello di ieri è stato il giorno della festa, l’avvio di un percorso che in diciotto mesi dovrà far sorgere un palasport su tre piani per una superficie coperta di 2820 metri quadri. Alla posa della prima pietra, insieme al sindaco Bruno Mancuso erano presenti il presidente della Provincia Nanni Ricevuto, alcuni consiglieri provinciali tra cui Calà, Miano, Miracula, Testagrossa e Vicari, gli assessori Di Bartolo, Terranova e Bruschetta, il vice presidente dell’Ars Santi Formica, i tecnici, i titolari e le maestranze della ditta Eurovega, il presidente del Coni Messina, Giovanni Bonanno, il capo dell’ufficio tecnico provinciale Sidoti Pinto, consiglieri ed assessori santagatesi ed alcuni sindaci del comprensorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi