Pronto soccorso Policlinico

Saltano la coda
Madre e figlia
seminano il caos

Avevano un “codice verde” e hanno preteso la precedenza. Minacce pure ai poliziotti intervenuti. Sono state denunciate.

pronto soccorso policlinico messina

Le due donne, in preda ai nervi per l’attesa hanno deciso di punto in bianco di infischiarsene della fila pretendendo di farsi medicare dal personale dell’ospedale, prima di altri pazienti ben più gravi. Lo spiacevole episodio si è verificato nel primo pomeriggio (caldo alle stelle) quando è giunta una chiamata alla centrale operativa della polizia che ha fatto convergere subito sul posto gli agenti delle Volanti, i quali alla fine hanno denunciato all’autorità giudiziaria le due donne (rivelatesi solo in un secondo momento madre e figlia) con l’accusa di essersi entrambe rifiutate di fornire le proprie generalità; ma anche per aver insultato e minacciato i poliziotti. La denuncia è scattata al culmine
di una serie di insulti che le due hanno rivolto prima a medici e pazienti, senza mostrare alcun rispetto non solo per le regole dell’ospedale ma nemmeno nei confronti di chi in quel momento soffriva in attesa di essere curato o medicato, ovviamente perché affetto da patologie o traumi ben più seri di quelli manifestati dalle due donne.

Ai poliziotti intervenuti per riportare la calma si sono rivolte con altrettante arroganza e prepotenza, rifiutandosi di consegnare loro i rispettivi documenti. La donna più giovane ha poi cominciato ad inveire contro di loro con pesanti improperi e minacce. Dopo averle condotte negli uffici della Caserma Calipari, gli agenti le hanno così provveduto a denunciarle in stato di libertà.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400