Calcio

Pietro Lo Monaco
E' un’Acr Messina
che mi piace

Il patron giallorosso dopo il divorzio dal Genoa sarà più vicino alla squadra. «Squadra da Lega Pro, Comegna farà strada. Adesso mi aspetto la risposta della gente. Il Memorial Scoglio? È solo rinviato»

Pietro Lo Monaco

Pietro Lo Monaco

Quando è arrivato, venerdì scorso, al campo di Cotronei, tutti gli occhi dei presenti erano per lui. L’addio al Genoa gli permette di essere più presente per il suo Messina, da qui l’idea di varcare lo Stretto per rendersi conto di persona della squadra che sta nascendo. Ed è un Pietro Lo Monaco soddisfatto quello che è tornato a casa dopo la cinquina al Sersale. Carico come non mai, il patron giallorosso – dimenticata la breve quanto amara esperienza genovese – adesso è tutto per la sua Acr. Il progetto è in fase embrionale, certo è che ci sono tutte le premesse per rendere presto reali gli obiettivi dichiarati. Subito il professionismo, poi sempre più su perché il sogno è riportare il Messina laddove merita di stare.

Interessante intervista a pagina 29 del nostro giornale. Di seguito alcuni stralci:

– Certo, questo non è il suo calcio...
«Per me il calcio è uno solo e
basta. Non c’è calcio di serie A e
calcio di serie D, credo che ogni
categoria abbia le sue leggi e presenti
le sue difficoltà.

– L’organico ormai è in fase di definizione?
«Sì. Con l’arrivo di Ignoffo e la
firma di Chiavaro direi di sì. Manca
solo qualche giovane e poi la
squadra sarà al completo».

– È definitivamente saltato il primo “Memorial Scoglio”?
«Purtroppo sì. Preferisco pensare
che sia solo rinviato, perché è
un appuntamento al quale tengo
tantissimo e ideato per ricordare
un messinese che ha fatto tanto
per il Messina. Il Memorial si farà
nei prossimi mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi