Taormina

Brasiliana ferita a colpi
di forbici da connazionali

Due sorelle brasiliane sono state arrestate a Taormina per aver ferito gravemente a colpi di forbice una connazionale che ha accusato un loro nipote di aver commesso un reato. La donna ferita non è in pericolo di vita ma una lama le ha perforato un polmone

taormina

Due sorelle brasiliane sono state arrestate a Taormina per aver ferito gravemente a colpi di forbice una connazionale che ha accusato un loro nipote di aver commesso un reato. Le due sono ora rinchiuse nel carcere di Gazzi per rispondere di tentato omicidio e minacce gravi. La donna ferita non è in pericolo di vita ma una lama le ha perforato un polmone. Adesso la ragazza brasiliana è ricoverata nel reparto di Chirurgia dell’ospedale di Taormina. Ha ferite e sfregi dappertutto ma non è in pericolo di vita. Guarirà in 45 giorni ma ci vorrà molto più tempo per dimenticare gli strascichi di questa dolorosa vicenda.

Sono invece rinchiuse nel carcere di Gazzi per rispondere di tentato omicidio e minacce gravi due brasiliane  Maria Lucivania De Sousa Ferriera 39 anni e la sorella Lucimara di 29 anni. Ad arrestarle con un’azione congiunta gli uomini del Commissariato di Taormina ed i Carabinieri della compagnia locale. Le indagini hanno consentito di accertare che le due sorelle volevano vendicarsi perché la connazionale qualche tempo fa aveva denunciato un loro nipote di aver commesso un reato.  Settimane di discussioni e lite furibonde non erano bastate a convincere la donna 45enne, che lavora come cameriera in un ristorante.  Così ieri sera alle 21 le tre donne che vivono tutte nello stesso stabile si sono incontrate in strada. Ne è scaturita l’ennesima lite al culmine della quale le due sorelle hanno estratto una grossa forbice ed hanno cominciato a colpire la connazionale.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto