QUARTA EDIZIONE

Presentata la rievocazione dello sbarco di Don Giovanni d'Austria

A bordo della nave "Palinuro" della Marina Militare, il via alle manifestazioni dal sindaco Buzzanca

Presentata la rievocazione dello sbarco di Don Giovanni d'Austria

A bordo della nave scuola “Palinuro” della Marina Militare Italiana è stato presentato stamani il programma della quarta edizione della rievocazione dello sbarco a Messina di don Giovanni d’Austria e saluto del Senato, evento promosso dall’Associazione culturale “Aurora” insieme alla “Marco Polo System” di Venezia, con la partecipazione del Comune e della Provincia Regionale di Messina, ed il Patrocinio del Ministero della Difesa, del Ministero per i Beni e le attività Culturali, della Marina Militare Italiana e del Museo Navale di Barcellona (Spagna).

Il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, ha evidenziato che la manifestazione rappresenta “una tappa importante del percorso avviato per rievocare l'importante pagina di storia messinese che ha visto la città dello Stretto al centro della politica mediterranea del XVI secolo”. Buzzanca ha poi aggiunto che “l'evento con gli altri appuntamenti di agosto, tra cui l'apertura della Fiera, definiscono quel disegno che l'Amministrazione ha avviato sin dal suo insediamento, per riaffermare il valore del turismo e della cultura, puntando a recuperare per Messina, il ruolo di città metropolitana”. Il direttore artistico dell'evento, prof. Vincenzo Caruso, ha poi presentato il programma avviato in mattinata, sempre a bordo della Palinuro, con l'inaugurazione della mostra fotografica organizzata dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Antonello” sul tema: “Messina baricentro del Mediterraneo, crocevia di mercanti e galee armate”.

Domani sabato 4, alle ore 10, saranno scoperte due targhe marmoree alla memoria dei cavalieri di Malta e dei messinesi partiti per Lepanto, a cura della Fondazione Donna Maria Marullo di Condojanni; alle ore 11, nello spazio a verde di fronte la Capitaneria di Porto, in via Garibaldi, sarà inaugurata l’edicola votiva di S. Salvatore dei Greci a cura della comunità ellenica di Messina; nel pomeriggio, dalle 17.30, l'evento centrale della manifestazione con la rievocazione, il corteo con figuranti in uniforme storica, tamburi e sbandieratori, ed i personaggi del tempo. Alle 18.30 sarà simulato l'arrivo delle navi di Don Giovanni con l'attracco di nave Palinuro e delle altre imbarcazioni che partecipano all'evento che si concluderà, alle 19.30, all'interno della cittadella fieristica. Domenica 5, alle ore 11.30, infine, la Regata Velica “Don Giovanni d’Austria – Trofeo città di Messina” organizzata dalla Lega Navale Italiana in collaborazione con i circoli velici, tra le boe di Grotte e Paradiso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400