A RISCHIO

Servizi sociali
senza guida

Lo stato d'incertezza della struttura comunale potrebbe determinare la perdita dei 14 milioni di euro del piano di zona

Servizi sociali 
senza guida

Il comune di Messina

Nuovamente senza guida il Dipartimento dei Servizi Sociali del Comune di Messina. A denunciarlo è la Cisl, nel giorno che il dirigente Attilio Camaioni, nominato appena il 4 luglio scorso a capo dell’importante ufficio, viene collocato in pensione. “Una grave situazione di incertezza – sottolinea il sindacato – che avevamo evidenziato già nel corso della riunione dello scorso 5 luglio in occasione della visita degli Ispettori Regionali del Dipartimento Famiglia e delle Politiche Sociali della Regione Siciliana. Camaioni era stato appena nominato dopo l’ennesimo avvicendamento in uno dei servizi fondamentali che necessita di dare risposte alla comunità, con il risultato che ogni volta si ricomincia da zero”. La Cisl ricorda come il Dirigente dei Servizi Sociali sia anche il Dirigente Coordinatore del Distretto D26.

Il continuo ricambio e l’incertezza attuale potrebbe mettere ulteriormente a rischio i 14 milioni di euro non spesi per il mancato avvio del Piano di Zona 2010-2012, lo strumento attraverso il quale vengono erogati i servizi socio-assistenziali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400