ACR MESSINA

E' Mutarelli
l'alternativa
a Baiocco

L'ex centrocampista dell'Atalanta, 34 anni, è in ballottaggio con Davide Baiocco. L’Acr Messina a centrocampo potrebbe puntare anche ad uno tra Benincasa, Caserta o Giampà.

E' Mutarelli
l'alternativa 
a Baiocco

Massimo Mutarelli

La prima scelta per il reparto di centrocampo rimane sempre Davide Baiocco che nei prossimi giorni darà una risposta all’Acr Messina. Tra il giocatore e la squadra giallorossa c’è il Gubbio, con il quale è in parola ma che, nonostante le pressanti richieste del tecnico Sottil, non lo avrebbe ancora soddisfatto economicamente. Le alternative, però, sono tante e tutte notevoli. I nomi nuovi sono quelli di Massimo Mutarelli e Giuseppe Benincasa che vanno ad aggiungersi a Fabio Caserta e Mimmo Giampa, quest’ultimo in ritiro con i giallorossi.Massimo Mutarelli, 34 anni, ha un passato importante in serie A con le maglia di Genoa, Palermo, Lazio, Bologna e Atalanta, squadra con la quale ha debuttato e con cui ha giocato l’ultima partita in serie A nello scorso mese di aprile. Il giocatore è svincolato e sarebbe disposto ad accettare la proposta del direttore sportivo Fabrizio Ferrigno. L’alternativa è rappresentata da Giuseppe Benincasa, 32 anni, nella stagione appena trascorsa alla Vibonese. In carriera, il mediano di Soverato ha vestito le maglie di Catanzaro, Rende e Sanremese. E’ il tipico calciatore di categoria, il “cagnaccio” ideale per completare il reparto mediano.Sempre calde le piste Caserta e Giampà. Il primo ha detto chiaro e tondo che farebbe follie pur di approdare all’Acr Messina. Giocare nella città dello stretto è il suo sogno, peraltro mai nascosto. Nel ruolo, però, l’Acr Messina sta cercando un elemento con caratteristiche diverse anche se Caserta in quinta serie sarebbe capace di fare la differenza.Risalgono lentamente anche le quotazioni di Giampà che ieri ha preso parte alla partitella in famiglia e che, forse, è un po’ pentito per non aver accettato al volo la proposta peloritana. Si tratta, insomma, del classico ritorno di fiamma, ma, adesso, rispetto a qualche settimana fa, per venire all’Acr Messina si è creata la fila. Il progetto vincente fa gola a tanti e battere la concorrenza non sarà facile. La squadra, intanto, prosegue la preparazione al torneo di serie D. Domani prima uscita ufficiale con il Taverna, formazione di seconda categoria. Di livello superiore, invece, la gara con il Sersale che nella scorsa stagione ha raggiunto la finale regionale del torneo di eccellenza. Sotto osservazione, oltre al giovane Comegna, tesserato ieri, anche gli under aggregati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto