Capo d'orlando

Pullman finisce
in una scarpata

Un'avaria all'impianto frenante la causa dell'incidente. Già sabato un guasto aveva costretto l’autista a fermarsi. Tragedia evitata, feriti lievemente i due occupanti. Scansate alcune auto.

Pullman finisce
in una scarpata

Precipita un pullman in una scarpata e per fortuna il bilancio è di solo due feriti lievi. Ma poteva anche essere una tragedia se il mezzo che scendeva a folle corsa dalla
contrada Amola di Capo d’Orlando nell’incrociare la via Nazionale Messina Palermo, prima di sfondare il muretto di recinzione e sprofondare nel burrone, si fosse imbattuto in qualche auto di passaggio. E di auto in quel momento, erano circa le 12.30, ne sono transitate tante e qualche automobilista pare abbia evitato l’impatto per un soffio. Si deve solo all’istinto se ha messo piede sul freno scansando così quel pullman che, come un proiettile, gli ha tagliato la strada per poi abbattere il muretto di recinzione della statale e piombare sulla sottostante scarpata profonda circa dieci metri.
E fortuna nelle fortuna: anche
i due occupanti del pullman della
società autolinee Inzerillo di Palermo,
sono usciti praticamente
illesi dal volo. Sul pullman c’era -
no un autista della società di autolinee
palermitana ed un meccanico
della stessa società. L’impat -
to è stato violentissimo ed il tonfo
ha provocato un boato che ha fatto
temere il peggio agli abitanti
della zona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400