In attesa del Prg

Corvaja presenta
il “salva-colline”

Linee definite: modifica delle attuali “zone”, tutela dei villaggi e nuova centralizzazione. La delibera già inviata in Consiglio, l’operazione è anche "morale".

Corvaja presenta
il “salva-colline”

La delibera contiene anche misure di salvaguardia ambientale. Per le aree collinari il provvedimento più importante riguarda la variante con la quale si riducono o abbattono fino a 0,03 metri cubi di volume per metro quadrato gli indici di edificabilità previsti nello studio geologico a supporto del vigente Prg, sulle aree classificate “per la riduzione del rischio sismico, idraulico e geologico o per favorire processi di corretta intensificazione urbanistica”. Nelle more della predispozione della variante di salvaguardia, è previsto che i proprietari dei terreni e delle aree interessate alla riduzione o all’abbattimento dell’indice di edificabilità, possano avvalersi della facoltà di rinunciare, trasferire
o modificare i volumi realizzabili, con atto pubblico o scrittura notarile da trascriversi nei registri immobiliari per l’inserimento in un registro dei volumi, che l’Amministrazione comunale istituirà. I proprietari iscritti potranno utilizzare i volumi nell’ambito del redigendo Piano integrativo di recupero urbano relativo alle zone Ex Zir o ex Zis, attraverso
piani attuativi da redigersi secondo quanto previsto dalle norme tecniche di attuazione. La delibera prevede, infatti, che tutti i volumi risultanti nel Registro vengano utilizzati con il ricorso all’istituto della perequazione, compensazione o incentivazione urbanistica nel redigendo Prg, secondo le direttive generali adottate dal consiglio comunale lo scorso 16 maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi