Senza stipendio

Cus Messina, i dipendenti allo stremo

Sul piede di guerra anche quelli che lavorano alla Cittadella. E il futuro resta un’incognita.

Cus Messina, i dipendenti allo stremo

Non si sblocca la vertenza che riguarda
i lavoratori del Cus Messina
che da oltre due anni non
prendono stipendi. E anzi la situazione
si aggrava, perché
adesso in “sofferenza” ci sono anche
i collaboratori che il Cus Messina
“assume” per conto di UnimeSport,
il centro di spesa che si
occupa della gestione della Cittadella
sportiva dell’Annunziata,
in cambio di un contributo.
Da oltre due mesi, infatti, il
personale che ha firmato il contratto
con il Cus Messina,mache
presta la propria opera nella bellissima
struttura sportiva
dell’Annunziata, non prede lo
stipendio. E non si capisce il motivo,
visto quanto sottolineato ieri
mattina dal direttore di UnimeSport,
Carmelo Trommino.
«Noi abbiamo regolarmente versato
le somme, circa 78 mila euro,
al Cus Messina – ha dichiarato
il dirigente dell’Università –
adesso è il Cus che deve girarle ai
lavoratori. Non so cosa sia accaduto,
ma ripeto: noi abbiamo già
effettuato i pagamenti e anche
da tempo».
Resta dunque il punto interrogativo,
così come rimane drammatica
la situazione degli storici
lavoratori del Cus Messina che
aspettano oltre due anni di stipendi
arretrati.
Sullo sfondo l’Ateneo peloritano
che non ha ancora preso
una decisione sul destino del Cus
Messina. All’indomani dei Campionati
Nazionali Universitari
(per cui si aspettano ancora i fondi
dalla Regione e che per questo
motivo rischiano di lasciare strascichi
antipatici), era stato annunciato
dal rettore Franco Tomasello
un intervento deciso per
individuare un percorso che portasse
alla liquidazione del Cus o a
una fase di traghettamento. Ma
allo stato attuale non c’è traccia
di questo. E intanto i problemi
aumentano
Non si sblocca la vertenza che riguarda i lavoratori del Cus Messina che da oltre due anni non prendono stipendi. E anzi la situazione si aggrava, perché adesso in “sofferenza” ci sono anche i collaboratori che il Cus Messina“ assume” per conto di UnimeSport, il centro di spesa che sioccupa della gestione della Cittadella sportiva dell’Annunziata, in cambio di un contributo. Da oltre due mesi, infatti, il personale che ha firmato il contratto con il Cus Messina,ma che presta la propria opera nella bellissima struttura sportiva dell’Annunziata, non prede lo stipendio. E non si capisce il motivo, visto quanto sottolineato ieri mattina dal direttore di UnimeSport, Carmelo Trommino.«Noi abbiamo regolarmente versato le somme, circa 78 mila euro, al Cus Messina – ha dichiarato il dirigente dell’Università –adesso è il Cus che deve girarle ai lavoratori. Non so cosa sia accaduto,ma ripeto: noi abbiamo già effettuato i pagamenti e anche da tempo». Resta dunque il punto interrogativo,così come rimane drammatica la situazione degli storici lavoratori del Cus Messina che aspettano oltre due anni di stipendi arretrati.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400