Spending review

La Cgil contro i tagli alla sanità

Mobilitazione a Messina e provincia contro i tagli al Servizio Sanitario nazionale varati nell’ambito della cosiddetta spending review. Presidi sono stati approntati al Policlinico, al Papardo e all’ospedale Piemonte.

ospedale interni sanità

“Basta tagli alla salute”. Con questo slogan è stata avviata la campagna di mobilitazione generale, organizzata  dalla Cgil a Messina e provincia.  Nei presidi ospedalieri, nelle piazze e nei mercati della città  organizzati volantinaggi e una raccolta di firme per dire no ai tagli indiscriminati al servizio sanitario nazionale  decisi dal Governo centrale nell’ambito della manovra di contenimento della spesa.  Prevista una riduzione  di 900 milioni di euro nel 2012, di 1 miliardo e 800 milioni nel 2013 e di due miliardi nel 2014.  Gli importi vanno ad aggiungersi alla riduzione stabilita dall’ultima manovra effettuata dal Governo Berlusconi che porta il totale dei tagli nei tre anni a 12 miliardi e 650 milioni.  “La Cgil di Messina - dice Lillo Oceano-  si oppone a una spending review concepita come tagli indiscriminati. Se davvero si vuol intervenire si rivisiti la spesa eliminando  sprechi e privilegi ma mantenendo e migliorando l’efficienza della sanità pubblica garanzia del diritto alla salute di tutti i cittadini, a prescindere dal reddito”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400