il festival

Taormina Arte, sciolto il nodo del logo, si può partire

Pappalardo, governo ha sbloccato vicenda

Taormina Arte. Anno nuovo, speranze nuove?

"La società Videobank ha mantenuto gli impegni che aveva preso con l'assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo e, dopo aver fatto istanza al giudice delle esecuzioni di liberare il logo del Taormina Filmfest pignorato per il credito nei confronti di Taormina Arte, oggi è arrivata la comunicazione con la quale viene autorizzato l'utilizzo del logo e quindi si può procedere, come Videobank ha sempre auspicato, alla preparazione e all'organizzazione del festival del cinema". Lo rende noto la società sottolineano che così "si conclude una vicenda astiosa nella quale Videobank è stata trascinata senza volerlo ma che ha poi accettato ben volentieri le proposte avanzate dall'assessore regionale per una soluzione pacifica della vicenda". "Allo stesso tempo Videobank, dopo aver rispettato i propri impegni - conclude la società - è certa che anche la Regione Siciliana farà lo stesso per quanto riguarda la sua parte". La seconda sezione del Tribunale civile di Messina, "letta l'istanza di sospensione" depositata ed "avanzata congiuntamente dalla creditrice procedente Videobank dalla debitrice esecutata Fondazione Taormina Arte" decide di "sospendere la procedura esecutiva mobiliare per 24 mesi". Il Tribunale ricorda che " in qualsiasi momento, su richiesta di uno dei creditori muniti di titolo, l'ordinanza di sospensione sarà revocata con immediata fissazione dell'udienza per la prosecuzione del processo esecutivo". Delibera che "non saranno concesse ulteriori sospensioni" e "autorizza la Fondazione Taormina Arte a fare uso, in via provvisoria ed occasionale, del marchio pignorato ai fini dell'organizzazione del Taormina Film Fest nel periodo tra giugno e settembre 2018".

Con l'impegno del governo regionale - in piena sinergia con il Comune di Taormina, il Comune di Messina e la Città Metropolitana di Messina - si è finalmente sbloccato l'annoso nodo che ha bloccato la Fondazione Taormina Arte per svariati anni e si è finalmente accelerato il completamento di un percorso per troppi anni rimasto paralizzato, con ricadute negative per il territorio. "La soddisfazione di aver sbloccato una vicenda - annuncia l'assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo Sandro Pappalardo - che si trascinava da tanti anni in soli pochi mesi è molto grande. Il governo Musumeci, nell'arco di un tempo limitatissimo, è riuscito a dare un input risolutore per una vicenda atavica e ingessata. Grazie alle interlocuzioni che ho inteso avviare, sin dall'inizio del mio mandato, con il commissario della Fondazione Taormina Arte Di Micieli e tutti i rappresentanti delle istituzioni locali, in particolare con il sindaco di Taormina e con il presidente del consiglio comunale, siamo addivenuti alla conclusione di un lungo percorso che consentirà alla Fondazione di poter operare al meglio per lo sviluppo turistico e culturale del territorio". Con il Presidente della Regione Musumeci - aggiunge - abbiamo inserito tra le priorità di governo la definizione dell'iter della Fondazione Taormina Arte e grazie all'imprimatur del consiglio comunale di Taormina si è potuti andare avanti dopo anni di stallo. Così la Fondazione potrà fruire del palazzo dell'ex Pretura di Taormina e mettere a disposizione il proprio know how nella realizzazione degli eventi previsti per il Teatro Antico, ma anche dare impulso per mettere in campo interventi nell'intero territorio isolano. Inoltre ho chiesto e apprezzato già la spending review messa in campo dal commissario per una gestione virtuosa e oculata della Fondazione e si è riusciti a risolvere anche l'impasse dovuta al pignoramento del marchio Taormina Film Festival".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Domani i funerali di Marta Danisi

Oggi i funerali di Marta Danisi

di Rosario Pasciuto

"Colpo" in banca: tutti presi

"Colpo" in banca: tutti presi

di Rosario Pasciuto