Ospedale Lipari

Possibili solo i parti senza criticità

Il Cga ha sospeso la sentenza favorevole emessa dal Tar. Riprendono i trasferimenti con elisoccorso.

Possibili solo i parti senza criticità

La protesta di ottobre 2011

Punto nascita dell’ospedale di Lipari: punto e a capo. Almeno fino al 21 novembre, quando il Cga si pronuncerà definitivamente. Il Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo ha, infatti, accolto la richiesta di sospensiva dell'Avvocatura dello Stato per conto della Regione Siciliana, sulla sentenza del Tar che riabilitava il Punto nascita di primo livello (cioè con l’essenziale e quindi anche con rianimazione) dell'ospedale di Lipari. Nell’isola, pertanto, fino al prossimo autunno si dovrebbe partorire solo nei casi strettamente necessari; come, del resto, indicato dal piano sanitario regionale 2011-2013 che prevede l’attivazione di un percorso nascita e chirurgico secondo un “doppio binario”.
Cioè con il trasferimento in
presidi Punto Nascita, a maggiore
complessità delle gravidanze
a rischio, limitando le attività
ostetriche e chirurgiche
in loco ai casi di minore complessità.
L’assessore e vicepresidente,
ormai a tempo, della
Regione Russo, ha espresso ieri
piena soddisfazione per la decisione
del Consiglio di Giustizia
Amministrativa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi