MESSINA

Ma chi raccoglierà
i rifiuti dal 1° marzo?

Il 28 febbraio scade l’ennesima ordinanza con cui il sindaco Renato Accorinti ha affidato il servizio in deroga a Messinambiente. Nessuna indicazione è giunta alla società, né la MessinaServizi appare ancora pronta

Ma chi raccoglierà  i rifiuti dal 1° marzo?

Tra le tante incognite della estenuante vicenda Messinambiente-MessinaServizi ce n’è una che più delle altre inquieta l’intera città, e non solo i diretti interessati: chi gestirà il servizio di raccolta dei rifiuti a partire dal 1. marzo? Chi, a partire da giovedì, toglierà la spazzatura dalla strada? Una domanda che, ad oggi, non ha risposte certe. Il primo a non avere risposte è il commissario liquidatore di Messinambiente, Giovanni Calabrò, che nei giorni scorsi ha preso carta e penna e ha scritto una nota inviata al prefetto. Il punto è semplice: il 28 febbraio scade l’ennesima ordinanza con cui il sindaco Renato Accorinti ha affidato il servizio in deroga a Messinambiente. «Alla data odierna (la lettera è del 20 febbraio) – scrive Calabrò – da parte dell’Amministrazione comunale, la Messinambiente non ha avuto comunicazione alcuna relativamente all’eventuale prosecuzione dell’affidamento dei servizi di igiene ambientale». Anche perché le criticità già manifestate da MessinaServizi «ancora oggi persistono e sembrano di non facile soluzione a breve, dato che l’operatività della società affidataria al momento rimane in capo totalmente alla Messinambiente». Dal personale ai mezzi.

L’articolo completo potete leggerlo nell'edizione cartacea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi