messina

Messina, la città dei mille tir

Oggi il picco degli arrivi e delle partenze di mezzi pesanti in città. Con il porto di Tremestieri chiuso tutti i tir passano dal centro città. Sono più o meno mille quelli che oggi e ieri hanno attraversato Messina

Petizione popolare contro i Tir

Sono tornati a scorrazzare per la città. E dobbiamo dire che non ci sono affatto mancati. I mezzi pesanti da ieri passano dal centro città per proseguire il loro viaggio, o per il continente o verso le altre città dell'isola.
La chiusura completa del porto a sud ha riportato la viabilità a cinque anni fa circa quando era normale che centinaia e centinai di tir ogni giorno passassero dal boccetta come se fosse l'autostrada del sole.
Martedì mercoledì e giovedì sono i giorni più caldi del traffico commerciale e si può dire che i messinesi se ne sono accorti.
Si calcolano a tremestieri, di media, in questi giorni circa 40 approdi. Per ognuno ci sono una quindicina di camion che scendono e altrettanti, sempre di domenica, salgono.
In maniera empirica ma attendibile, in questi tre giorni si calcolano fra gli 800 e i 900 camion in transito in città al giorno nei due versi.
Un dato che può essere serenamente riportato a questi giorni e quindi s rada san Francesco e porto storico.
Spesso si creano incolonnamenti, lungo la cortina o proprio sul Boccetta, ovviamente a raffiche in concomitanza con lo sbarco quando le traghetto, più grandi di quelle che vanno a Tremestieri, ne riversano decine tutte contemporaneamente.
Il picco orario, invece, è sopratutto nelle ore serali dalle 18 a mezzanotte quando i camionisti partono verso i mercati del nord.
Domani, venerdì, il numero di tir dovrebbe scendere rispetto ai dati sui tre giorni centrali della settimana, mentre sabato, domenica e lunedì, i numeri sono i più bassi in senso assoluto.
Ma fino a quando tutto questo andrà avanti? La draga che deve ripulire il fondale del porto è partita stamattina da Chioggia e arriverà non prima di domenica sera.
Lunedì all'alba sarà pronta per iniziare a portar via la sabbia verso il litorale nord. Per aprire almeno un scivolo servirà almeno una giornata di lavoro e quindi martedì potrebbe esserci la riapertura parziale dell'approdo.
Proprio alla vigilia degli altri giorni di picco del traffico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi