Messina

Formalizzata la concessione degli stadi all’Acr Messina

Sanciti i termini per l’uso di “Scoglio” e “Celeste”. Il Comune si è salvaguardato con una riserva d’uso per l'organizzazione di eventi sportivi e di spettacolo

Formalizzata la concessione degli stadi all’Acr Messina

Alla società sportiva spetta l’accollo parziale delle utenze, calcolate per lo stadio sulla base di conteggi stimati in una relazione tecnica di settembre 2016, che ammontano al 36% per i costi dell’Enel (San Filippo) e Enel-Gas (Celeste); la manutenzione ordinaria secondo quanto previsto dal Dipartimento Manutenzione immobili; ancora l’assunzione degli oneri di pulizia, custodia e responsabilità, nonché gli adempimenti prescritti dalle autorità di pubblica sicurezza; il pagamento di un canone di 5mila euro più per lo Scoglio e 2,5 mila euro più iva per il Celeste. Programmata anche la possibilità di intervento sostitutivo da parte della società in luogo dell’ente «per interventi di spettanza del proprietario previa congruità e verifica tecnica, scomputabile sugli oneri economici».

Il Comune si è salvaguardato con una riserva d’uso, in particolar modo per lo svolgimento di eventi promossi dell’amministrazione comunale sia di carattere sportivo che di spettacolo.

L’articolo completo potete leggerlo nell'edizione cartacea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

di Francesco Celi - Leonardo Orlando