Messina

Il giudice Amato
torna in carcere

La Cassazione accoglie l’appello della procura.

Pornografia minorile,  arrestato il giudice Amato

Il giudice Gaetano Amato, arrestato nei mesi scorsi per pedopornografia minorile, e poi scarcerato agli arresti domiciliari in una comunità di recupero, deve tornare in carcere. Lo ha deciso la Corte di Cassazione, che ha accolto il ricorso della Procura di Messina firmato dal capo dell'ufficio peloritano Maurizio De Lucia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi