Messina

Teneva la compagna segregata in casa, arrestato

La donna viveva sotto minaccia di violenza fisica e psicologica. Uscita in auto, è riuscita a fuggire e chiedere aiuto alla polizia.

Teneva la compagna segregata in casa, arrestato

Una convivenza turbolenta e un’accecante gelosia fanno da sfondo ad una triste storia di violenza domestica conclusasi con l’arresto di un uomo da parte dei poliziotti delle Volanti della Questura di Messina intervenuti in soccorso della malcapitata.

Le impediva di uscire di casa minacciandola di farle del male qualora avesse tentato di scappare, le distruggeva il cellulare e sottoponeva a serrati controlli le conversazioni intrattenute su facebook. Una violenza fisica e psicologica che aveva portato la donna a maturare la convinzione di lasciare il compagno: una scelta non condivisa che acuiva la rabbia e la gelosia dell’uomo che oltre a sequestrarla in casa le incuteva terrore brandendo un coltello del tipo a serramanico.

Un’uscita in macchina ed una provvidenziale distrazione permettevano alla donna nella mattinata di ieri di allontanarsi di corsa e chiedere aiuto. Gli operatori di polizia intervenivano immediatamente mettendosi alla ricerca dell’uomo che individuavano in strada mentre passeggiava con un cane al guinzaglio.

Veniva identificato, si procedeva alla perquisizione domiciliare con conseguente sequestro del coltello perfettamente coincidente alla descrizione fornita dalla donna e una volta arrestatolo si dava comunicazione dell’accaduto all’A.G competente che disponeva fosse posto agli arresti domiciliari in attesa della convalida dinnanzi al Gip.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi