MESSINA

Cavalcavia, serve un nuovo incontro

Il progetto del parcheggio che si sta completando nei pressi del Cavalcavia deve essere integrato per consentire un collegamento orizzontale con il porto e verticale con la stazione.

E il parcheggio finì in Procura

Battute finali per la costruzione del parcheggio multifunzione della Stazione che sta sorgendo accanto al Cavalcavia. Entro l'estate, secondo il direttore dei lavori, ing. Salvatore Saglimbeni, i lavori potranno essere completati se si procede a buon ritmo. Il momento è di quelli delicati, nei quali si studia il dettaglio sul getto e sulla finitura della soletta, cioè del pavimento di circa tremila mq su cui sosteranno i mezzi che utilizzeranno la struttura. 30 autobus e una ventina di auto dopo la rimodulazione del progetto chiesta da Ferrovie dello Stato per l'impossibilità di interrompere il traffico ferroviario durante i lavori. Una volta completati i lavori bisognerà programmare qualcosa di meglio di una semplice piastra, spiega Saglimbeni. L'idea è quella di creare collegamenti verticali e orizzontali per mettere in contatto gli snodi principali: la stazione ferroviaria, il porto e la piazza dove insistono le compagnie di autolinee. Bisognerà sedersi a un tavolo per decidere l'assegnazione degli stalli e la realizzazione di un gazebo per la vendita dei biglietti. Parallelamente a questo progetto però va di pari passo il problema della messa in sicurezza del Cavalcavia senza la quale il parcheggio non avrebbe ragione di esistere. Un provvedimento sollecitato dal Genio Civile persino con una comunicazione alla Prefettura. Definire la proprietà della struttura e gli interventi da eseguire è prioritario tanto che la prossima settimana l'ingegnere capo del Genio Civile, Leonardo Santoro, convocherà un incontro tra le parti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi