MESSINA

Ordinata l’immediata sospensione dei lavori

La demolizione dei ruderi dell’edificio settecentesco tra le vie degli orti, saffi e cesare battisti e l’avvio della costruzione della torre da 22 piani. Il soprintendente Micali: «Nessuna autorizzazione, tutto fuori dalle regole». Ma Sgarbi vuole “cacciarlo”

Ordinata l’immediata sospensione dei lavori

Nessuna autorizzazione rilasciata, immediata sospensione dei lavori, consegna degli atti alla Procura della Repubblica. Va al contrattacco la Soprintendenza ai Beni culturali sulla vicenda dell’abbattimento dei ruderi dell’edificio settecentesco tra via Cesare Battisti e via degli Orti. Il provvedimento viene firmato dall’architetto Orazio Micali proprio nel giorno in cui rimbalzano da Firenze, nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano “La Sicilia”, le dichiarazioni dell’assessore regionale Vittorio Sgarbi il quale annuncia di avere inviato gli ispettori a Messina, definisce «suonato» il soprintendente e manifesta la volontà di rimuoverlo dal suo posto. È una polemica destinata a non finire qui, anche perché Micali sta valutando se nelle affermazioni di Sgarbi ci siano gli estremi per una querela per diffamazione.

L'articolo completo potete leggerlo nell'edizione cartacea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi