Messina, l’influenza provoca due vittime

Una donna di 50 anni in città, un 42enne a Santa Teresa di Riva. Complicazioni respiratorie in entrambi i casi, si ripropone con veemenza il tema dei vaccini

Messina, l’influenza provoca due vittime

Una donna di 50 anni è morta martedì sera a Messina, poco dopo essere stata trasportata dall’ospedale Piemonte al Papardo. La vittima era giunta alle 13.30 all’Irccs-Piemonte già in gravi condizioni. Aveva una sindrome influenzale da quattro giorni, con febbre altissima che non accennava a scendere. «È giunta da noi con una grave insufficienza respiratorio e deficit cardio-circolatorio», spiega il direttore sanitario dell’Irccs-Piemonte, Dino Alagna. A portarla in ospedale il marito, preoccupato dalla febbre che non diminuiva in alcun modo. La donna è stata subito portata in rianimazione ed intubata sotto ventilatore automatico.

Un caso per certi versi simile, come riferisce il nostro corrispondente Giuseppe Puglisi, è accaduto a Santa Teresa di Riva. Qui sempre martedì si è spento, per le complicazioni dovute ad una broncopolmonite per la quale era ricoverato all’ospedale San Vincenzo di Taormina, Filippo Miano, 42 anni, commerciante titolare di una pescheria sul lungomare nella zona centrale di Santa Teresa.

L'articolo completo potete leggerlo nell'edizione cartacea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi