MESSINA

Tentò di bruciare fidanzata, Mantineo condannato a 12 anni

La vittima ha negato davanti al Gup che ad aggredirla, gettandole addosso della benzina dopo una lite e poi appiccando il fuoco, fosse stato Mantineo. Ma ad accusare l'uomo, oltre alle immagini che lo riprendono mentre acquista il carburante, c'è la madre della giovane

Tentò di bruciare fidanzata,  Mantineo condannato a 12 anni

Il Gup di Messina ha condannato a 12 anni di reclusione per tentativo di omicidio Alessio Mantineo, il giovane che un anno fa diede fuoco, ustionandola gravemente, alla fidanzata Ylenia Bonavera.

La vittima ha negato davanti al Gup che ad aggredirla, gettandole addosso della benzina dopo una lite e poi appiccando il fuoco, fosse stato Mantineo. Ma ad accusare l'uomo, oltre alle immagini che lo riprendono mentre acquista il carburante, c'è la madre della giovane. Diversi conoscenti inoltre hanno raccontato ai magistrati - l'inchiesta è stata coordinata dal procuratore Maurizio De Lucia - che Ylenia dopo l'aggressione aveva fatto loro il nome del fidanzato. La ragazza ora vive in una casa famiglia. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi