MESSINA

«Condannare i finti sfollati di Scaletta e Itala»

Si è conclusa così, ieri, al Tribunale di Messina, la requisitoria del pm nel processo sui contributi per l’autonoma sistemazione percepiti da 52 cittadini di Scaletta e Itala, dopo l’alluvione dell’1 ottobre 2009

«Condannare i finti sfollati di Scaletta e Itala»

Non si sono ancora spenti gli strascichi giudiziari legati alla tragica quanto devastante alluvione dell’1 ottobre 2009 a Giampilieri e dintorni. Oltre all’inchiesta principale, sfociata in appello nell’assoluzione dei sindaci del tempo di Messina e Scaletta, Giuseppe Buzzanca e Mario Briguglio, dall’accusa di omicidio colposo, un’altra ha riguardato i contributi agli sfollati. Che, secondo la Procura, in alcune circostanze li avrebbero percepiti in maniera ingiustificata, integrando così le ipotesi di reato di falso ideologico commesso dal privato in atto pubblico (a cui si aggiungono le circostanze aggravanti comuni) e truffa aggravata per il conseguimento delle erogazioni pubbliche. Alla sbarra anche quattro pubblici ufficiali, che rispondono invece di rifiuto e omissione di atti d’ufficio.

L'articolo completo potete leggerlo nell'edizione cartacea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Natalina tornava dal lavoro

Natalina tornava dal lavoro

di Salvatore De Maria